forma e sostanza della comunicazione

menu
light

16 aprile 2010

plugin wordpress multibox

Tra le tante differenti applicazioni per finestre modali, più comunemente “lightbox”, reperibili in rete, multiBox sviluppata da phatfusion è sicuramente una delle più versatili e probabilmente costituisce la migliore alternativa nell’ambito della libreria MooTools.

Grazie al lavoro di Manfred Rutschmann, che ha preparato il WordPress Multibox Plugin, l’installazione e l’integrazione delle funzioni nel proprio blog sono semplici e immediate.

Purtroppo però, l’attivazione del plugin può entrare in conflitto con altre estensioni in quanto inserisce arbitrariamente nella pagina dei tag <script> senza verificare, come invece è consigliato e normalmente avviene, se WordPress abbia già caricato i javascript richiesti.

Ho dunque modificato il file multibox.php in modo che, grazie alle funzioni wp_register_script e wp_enqueue_script, non si presentino tali eventuali problemi di compatibilità: è stato sufficiente modificare il codice della funzione che si occupa di caricare i javascript:

continua…


Tra le tante applicazioni disponibili per la libreria MooTools, ho trovato spesso utilissime quelle che intervengono sulla visualizzazione dei menu.

Ad esempio MooTabs genera, a partire da liste ordinate e non, un menu di navigazione a schede simile a quello usato nei browser o nei sistemi operativi, una soluzione adatta agli spazi ristretti: il contenuto del riquadro principale viene sostituito quando si attiva uno degli appositi selettori, e il tutto può assumere uno stile personalizzato, transizioni comprese. La classe, originariamente sviluppata sulla vecchia versione 1.11 di MooTools, è stata completamente convertita in Fx.Tabs per le nuove versioni della libreria, mentre Perspective Tabs è un’altra variante più complessa.

Analogamente, MGFX.Tabs ottiene lo stesso risultato con la differenza che il contenuto, anziché scivolare, sfuma in dissolvenza incrociata modificando il valore CSS della propria opacità.

In questo caso, mi sono limitato a combinare gli effetti incorporandoli in un solo javascript:

continua…


  • diario di sviluppo